Fondamentale guardare a potenziali opportunità successive alla Brexit

Brexit

“Se i contraccolpi negativi della Brexit, da un punto di vista economico e politico, sono evidenti, il voto inglese potrebbe, nei prossimi anni, aprire anche scenari interessanti per l’Italia, con diversi soggetti istituzionali e imprenditoriali pronti, qualora la situazione lo richiedesse, ad abbandonare l’UK”. Lo afferma il presidente della Commissione Finanze e tesoro del Senato Mauro Maria Marino, che prosegue: “Pensiamo, ad esempio, a grandi imprese dell’automotive come Honda e Toyota, che già si sono esposte in tal senso, e che rappresenterebbero per l’area torinese, dotata di un know how tra i più elevati in ambito europeo, una magnifica opportunità. In quest’ottica, l’incontro tra il Premier Matteo Renzi e il Sindaco di Milano, Beppe Sala, assume un’importanza strategica nel definire le modalità con cui il nostro Paese dovrà agire. Fondamentale – continua Marino – sarà dare vita ad un importante lavoro delle nostre istituzioni, cittadine e regionali, sostenute dal Governo. Un lavoro indirizzato, da una parte, a stabilire una forte rete relazionale con i soggetti interessati agli investimenti e, dall’altra, a garantire una strategia d’azione compatta, unitaria, coordinata a ogni livello”. In ultimo, il Presidente Marino affronta la questione dell’attrattività del nostro Paese: “Occorre, inoltre, creare scenari favorevoli di investimento – afferma ancora Marino – Guardando, infatti, a possibili delocalizzazioni di imprese oggi in UK, il nostro Paese si trova in leggero svantaggio rispetto a Stati quali Germania e Francia: in parte a causa dell’incertezza del quadro giuridico e fiscale, in parte per particolari normative inaugurate da questi Stati negli scorsi anni, atte ad attrarre investimenti esteri garantendo, in specifici settori, significativi crediti d’imposta. È prioritario – conclude Marino – iniziare a lavorare sin da subito per non farsi trovare impreparati, e l’incontro di questa mattina è un ottimo segnale. Si tratta di una sfida complessa ma che può portare un significativo valore aggiunto al nostro Paese”.

12 luglio 2016

 

[Agenzie]

You may also like

Intervista a Radio in Blu: il Governo e il Partito Democratico

Questa mattina sono stato intervistato da Radio in