Insieme con il PD, Chieri ad un anno dalle elezioni

Insieme per il PD

Il Presidente della commissione Finanze e Tesoro del Senato, Mauro Maria Marino, ha partecipato lunedì 22 giugno, presso la Sala del Ghetto di Chieri, all’incontro “Insieme con il PD, il futuro ci unisce”, organizzato dalla sezione locale del Partito Democratico. Durante la serata sono intervenuti il Segretario locale, Valter Sandri, il capogruppo in comune Alessandro Sicchiero e il Sindaco Claudio Martano, con l’obiettivo di consegnare ai presenti una panoramica dell’impegno e delle sfide affrontate dal Comune in questo primo anno di governo a firma PD.

Il Senatore Marino, rimarcando l’importanza del lavoro svolto sino ad ora dal Sindaco Martano, dalla sua squadra di Governo e dal PD locale, ha sottolineato l’importanza delle sfide che si pongono innanzi, in particolare al ruolo fondamentale che Chieri dovrà giocare all’interno della Città Metropolitana – di cui Martano è uno dei consiglieri eletti.

Martano
Il Sindaco di Chieri, Claudio Martano

Rispondendo alle domande dei presenti, il Sen. Marino ha avuto l’opportunità di fare una breve panoramica anche sulla situazione economica e politica italiana, sulla legge delega e sulle conseguenze delle elezioni amministrative e regionali appena trascorse. Su quest’ultimo punto, in particolare, ha sottolineato la rilevanza di due elementi imprescindibili per guardare al PD del domani: coerenza e moralità. “Sono diversi – ha detto il Pres. Marino –  gli input che ci giungono da quanto accaduto nelle ultime settimane e che abbiamo il dovere di considerare. A partire da ciò che ci ha insegnato lo scandalo di Mafia Capitale, sino ad arrivare alla situazione campana o alla sconfitta a Venezia. Dobbiamo essere in grado di rispondere ai segnali che l’elettorato ci ha voluto inviare.”

Insieme per il PD“E proprio per questo – ha proseguito Marino – non possiamo prescindere, nel futuro, dal mettere in primo piano due parole nella direzione del partito: coerenza e moralità. Il PD in questo momento è il partito che governa, il primo partito d’Italia. In quanto tale, è indubbio che la possibilità di entrare nella nostra squadra fa gola a molti soggetti, anche non rispecchianti ciò che il PD vuole e deve essere. In un momento delicato e importante come è quello odierno, allora, occorre tenere alta la guardia, per far sì che il PD del futuro sia in grado di mostrarsi e di affermarsi come una realtà consolidata e unita, moralmente ineccepibile e soprattutto coerente con quelli che sono i valori di onestà e cambiamento che il nostro Premier vuole inviare al Paese ”   

You may also like

Intervista a Radio in Blu: il Governo e il Partito Democratico

Questa mattina sono stato intervistato da Radio in